Cosa sono i Quad e come si guidano

escursioni tropea

Quad o ATV sono i nomi con cui viene chiamato questo mezzo a quattro ruote divertente ed innovativo, ma come si guida e chi può farlo? Andiamo a scoprirlo insieme in questo articolo.

Quad: le categorie

Il quad, conosciuto anche con l’acronimo inglese ATV ovvero All Terrain Vehicle, è un mezzo a motore facente parte di una categoria di veicoli specifica.

Le categorie sono due:

  • ad uso lavorativo o detti utility poiché possono spostarsi su terreni impervi con facilità trasportando carichi di varia natura, persone comprese.
  • ad uso sportivo: esteticamente aggressivi, con 2 o 4 ruote motrici e impiegati in competizioni ufficiali e solitamente monoposto

Quad: classificazione e abilitazione alla guida

Secondo il nostro codice della strada il quad è un mezzo quadriciclo adibito al trasporto di persone e si differisce come classificazione in:

  • motoveicolo: se con 50 cavalli o più
  • quadriciclo leggero: se inferiore a 50 cavalli

Per guidarlo bisogna avere 14 anni compiuti ed essere in possesso del patentino fino ai 50 cavalli, oltre questa soglia il veicolo è dotato di targa e per condurlo serve la patente B come un automobile. Per guidarlo bisogna indossare un casco omologato,  deve essere sottoposto a revisione. Essendo comunque un mezzo a se stante non troppo veloce non è possibile condurlo in autostrada o nelle tangenziali.

Come si guida il quad?

Nonostante sia un quattro ruote, per guidarlo è necessario seguire i principi della moto, ovvero bilanciarsi in curva e nei terreni impervi. Il differenziale posteriore determina lo scivolamento parziale, Molti modelli sono mono-marcia con leva per impostare i rapporti necessari a superare i vari ostacoli, ma vi sono comunque alcun i modelli con marce, la cui guida è del tutto analoga a quella di una moto convenzionale

Una volta saliti sul Quad, si potrà subito notare un dispositivo a a leva, corrisponde all’acceleratore; spingendolo in avanti il quad accellera, mentre riducendo la spinta rallenterà. Per prendere dimestichezza con curve e frenata, la quale è più stabile rispetto alla moto ma meno efficace, è bene allenarsi in un percorso in cui sono presenti curve di diverso raggio, attuando frequenti frenate sia in in rettilineo che in curva.

Sullo sterrato o fuoristrada, per attutire le buche, chi è alla guida deve muoversi sulle pedane e a volte mantenere una posizione semieretta con le gambe leggermente piegate.

Concludiamo affermando che questo fantastico mezzo può essere guidato da tutti con la giusta prudenza, magari prima di acquistarlo consigliamo una prova su strada presso il nostro centro escursioni iin quad situato a Capo Vaticano vicino Tropea, dove potrete vivere un esperienza nuova, conoscere questo mezzo ed in maglifico territorio con i nostri tour guidati fin su il monte poro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1
Ciao, posso aiutarti?
Powered by